Teatro Romano

Teatro Romano(foto di Stefano Masselli)

L’inizio della costruzione del teatro si colloca nell’ultimo quarto del I secolo a.C., in piena età augustea. La costruzione del teatro si protrasse per alcuni decenni e ne risultò un edificio di spettacolare grandiosità, incluso in un complesso urbanistico di grande bellezza.
Il recupero dei resti del teatro, iniziato nel 1834 ad opera di un ricco veronese, Andrea Monga, il quale acquistò a sue spese tutte le case che nel corso dei secoli erano sorte sull’area, ha dimostrato che esso risponde ai canoni architettonici propri di questo tipo di edifici: la cavea riservata agli spettatori, divisa in due sezioni e verticalmente in cunei; l’orchestra semicircolare ai piedi della gradinata; la scena, riservata agli attori.
Il Museo Archeologico fu istituito nel 1923 nei locali dell’ex convento quattrocentesco di San Girolamo, sovrastante il teatro.
Vi sono esposti vasi greci, mosaici, sculture, oggetti in vetro e utensili di uso quotidiano provenienti da necropoli, iscrizioni sacre e sepolcrali rinvenute in Verona e provincia.
Nel periodo estivo si tengono numerosi concerti di artisti nazionali ed internazionali, spettacoli di teatro e danza, la maggior parte dei quali inseriti all’interno dell’Estate Teatrale Veronese organizzata dal Comune di Verona che si avvale del supporto tecnico di Eventi per le rassegne Rumors e Verona Jazz.

PIANTA (clicca sull’immagine per vederla in pdf):
Pianta Teatro Romano


Visualizzazione ingrandita della mappa


parajumpers pas cher parajumpers pas cher parajumpers pas cher parajumpers pas cher parajumpers pas cher golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet sac goyard pas cher sac goyard pas cher sac goyard pas cher sac goyard pas cher sac goyard pas cher woolrich outlet woolrich outlet woolrich outlet woolrich outlet woolrich outlet