RECENT POSTS

Remo Anzovino al Teatro Bibiena di Mantova con “Don’t Forget to Fly”

Remo Anzovino al Teatro Bibiena di Mantova con “Don’t Forget to Fly”

Anna eventi

Gennaio 19th, 2024

0 Comments

In concomitanza con l’uscita del nuovo straordinario album di inediti Don’t Forget to Fly (Believe International) – il primo completamente piano solo – il compositore e pianista Remo Anzovino torna con un progetto che traduce in puro suono il sogno e il bisogno degli esseri umani di volare. Sarà al Teatro Bibiena di Mantova venerdì’ 15 marzo 2024.

Nel concerto dal vivo Remo Anzovino proporrà l’intera suite e trasporterà il pubblico nella dimensione onirica del volo. Nella seconda parte, eseguirà tutte le hit estratte dagli album di studio e dalle colonne sonore più importanti che lo hanno imposto nel mondo come uno dei più originali e influenti compositori e pianisti della scena strumentale contemporanea. “Don’t Forget to Fly” è un vero e proprio concept album, nato come atto d’amore per il pianoforte, pensato e composto nella dimensione di un sogno si contraddistingue per leggerezza e luminosità. Un viaggio tra le mille possibilità espressive e stilistiche del pianoforte, un’esplorazione onirica del volo e del pianeta dell’aria in cui l’ascoltatore è chiamato a vivere la seconda vita di Icaro.

Una seconda occasione in cui le ali non vengono bruciate dal sole, che, sorprendentemente, ci accoglie come una Grande Madre. Registrato dal grande fonico ECM Stefano Amerio nel Teatro di Fiesole, Anzovino ambienta il suo nuovo lavoro sul Monte Ceceri a Fiesole, recandosi così nei luoghi dove la leggenda vuole che Leonardo Da Vinci abbia effettuato le prove di volo, componendo una moderna suite in 12 movimenti con la quale consente all’ascoltatore di vedere tutte le immagini dinamiche dell’esperienza nel pianeta dell’aria. Attraverso questa metafora, l’artista invita l’ascoltatore a cercare nella realtà di tutti i giorni il cielo dove far vivere i propri sogni, i propri desideri, traducendo in puro suono il bisogno degli esseri umani di volare, le immagini dinamiche di un sogno che si rivela come un potente mezzo di interpretazione della realtà. Come un moderno sciamano, il compositore ci accompagna in uno strabiliante mondo delle meraviglie in cui si nuota nell’aria, si scopre che il cielo è un immenso prato di fiori e ci si stende a riposare su un’amaca posizionata tra due nuvole.

Il piano solo acquista la forza di un’orchestra e ci fa sentire con una raffinata sincope la pulsazione del cuore e il desiderio che prevale sulla paura (The Second Life Of Icarus), descrive attraverso una struggente ballata mediterranea la luce transitoria della luna, prima che svanisca nel giorno, (Morning Moon), annulla la forza di gravità permettendoci di volare ad alta quota (No Gravity) si scatena nello strepitoso tango di un equilibrista (On a Tightrope), danza sulla coreografia di uno stormo di uccelli (Dance of Birds), è la voce di una foresta di alberi che adornano il cielo (Celestial Trees).

I biglietti sono disponibili su Ticketone o nei punti vendita abituali.

Biografia 

Con oltre 23 milioni di streams su Spotify in180 paesi nel mondo e il Nastro D’Argento nel 2019 per le sue colonne sonore, Remo Anzovino è uno dei più originale e influenti compositori pianisti contemporanei ed è uno dei nuovi autori di spicco della grande tradizione italiana nella musica da film. Ha pubblicato 18 dischi traalbum di studio e colonne sonore, è autore della celebre Suite per il Vajont e sua è la musica per la campagna Unesco #iosonooceano. Come compositore, attraverso progetti discografici e colonne sonore cinematografiche, ha legato il suo nome a personaggi, “monumenti” e fatti della Storia, dell’arte, della letteratura e dello sport di valore universale quali Regina Elisabetta II, Frida Kahlo, Napoleone Bonaparte, Pompei antica, Dante Alighieri – Inferno Canto XXIII, il disastro del Vajont, Vincent Van Gogh, Claude Monet e tanti altri. Le sue musiche sono state sincronizzate da importanti brand commerciali per le proprie campagne pubblicitarie e da celebri trasmissioni televisive come Ulisse e I Dieci Comandamenti. Tanti sono gli artisti che hanno collaborato con lui: da Franz Di Cioccio PFM a Lo Stato Sociale, da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro a Roy Paci, Simone Cristicchi, Enzo Gragnaniello e tanti altri. Parallelamente al percorso discografico ha sviluppato un’intensa carriera concertistica in Italia e in tutto il mondo, affermandosi come un eccezionale performer live: dall’Arena di Verona e Caracalla con i 2Cellos, dal Southbank Centre per London Jazz Festival al The Cutting Room a New York. I suoi concerti sono considerati universalmente delle esperienze emozionali speciali, veri e propri viaggi a bordo del suo pianoforte. Remo Anzovino è considerato un pioniere dei concerti all’alba e al tramonto, tipologia di concerto che propone da anni e che l’ha portato ad esibirsi in molti contesti naturalistici e luoghi affascinanti, non convenzionali, conducendo il pubblico in un viaggio musicale unico attraverso le sue composizioni più celebri, tratte dagli album di studio e dalle colonne sonore che lo hanno affermato nella grande tradizione italiana della musica da film.

 

La Nuova Mantova

Comments are closed.